Risposta Assessore Regionale alle politiche per La Salute -Richiesta informazioni/adozione test Meyer

Pubblichiamo la risposta ufficiale, alla nostra richiesta di informazioni e adozione del test del Meyer,  inviataci in tempi strettissimi dal Dott. Venturi , Assessore Regionale alle politiche per la Salute che ringraziamo pubblicamente anche in questo giardino.

Villa

E subito dopo il testo della nostra mail di risposta indirizzata al Dott. Venturi tramite il Sig, Lollini della segreteria dell’Assessore:

Gent.mo Sig. Lollini,

vi ringraziamo, in particolare il Dott. Sergio Venturi, per la velocità e la completezza della risposta e per la vicinanza espressa.Vi avevamo scritto perché ai tempi di quanto successo a nostra figlia Ester, il risultato delle analisi del liquor , con relativa sierotipizzazione, arrivarono dopo 5 giorni dal prelievo e ci venne detto che i tempi erano dovuti alla coltura batterica : parliamo del febbraio 2013.

Da quanto ci aveva spiegato la Dott.ssa Azzari in uno scambio di mail, la ricerca immediata del sierotipo del batterio causa di infezione batterica grave consente una più mirata ed efficace cura antibiotica permettendo di scegliere quelli più efficaci. Purtroppo per esperienza diretta eravamo a conoscenza delle linee guida in caso di sospetta meningite e di inizio immediato di una terapia antibiotica ad ampio spettro.

Siamo molto contenti della vostra conferma che adesso nella nostra regione sia in uso il test brevettato dal Meyer : questa è veramente un’ottima notizia che abbiamo già comunicato ai giornalisti che hanno pubblicato la nostra richiesta di informazioni, interessandosi alla tematica.

Per noi era molto importante avere questa conferma perché il batterio (pneumococco sierotipo 10A) che colpì nostra figlia non era contrastabile con vaccinazione in quanto prima dei due anni di età, il vaccino che copre il 10A, non è efficace (nostra figlia morì a 10 mesi) : in questi casi interessa meno il discorso vaccinazione quanto la capacità di arrivare ad un diagnosi precocissima e il più precisa possibile, per attivare l’immediata terapia antibiotica più efficace e massimizzare le possibilità di sopravvivenza del paziente.

Ecco , a causa della nostra esperienza personale,ci interessa questo aspetto della lotta contro queste terribili infezioni : esami diagnostici i più avanzati possibili uniti ad una adeguata formazione dei medici dei nostri PS e Pediatrie riguardo ai sintomi e alle linee guida soprattutto pediatriche ( non devo spiegare io che i sintomi di interessamento meningeo, sepsi nei bambini così piccoli, possono essere molto sfumati o manifestarsi solo all’ultimo momento, comunque essere molto diversi rispetto ai classici rigidità ducale, vomito ecc , degli adulti).

Nel ringraziarvi ancora vi chiediamo di proseguire il vostro impegno per il miglioramento del servizio sanitario anche in questo senso.

Vi auguriamo un buon lavoro per il bene di tutti i pazienti.

 

Direi che si tratta di una buona notizia:  non avrebbe comunque potuto aiutare Ester, ma sicuramente sarà utile per tanti pazienti.

 

PS : dato che fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio,  ci piacerebbe ricevere conferma , magari da qualche nostro lettore, che le cose stiano effettivamente così.

Una risposta a “Risposta Assessore Regionale alle politiche per La Salute -Richiesta informazioni/adozione test Meyer”

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.