Bhagavad Gita Arjuna- Commento di Leonard Cohen

There is a beautiful moment in the Bhagavad Gita Arjuna. The general.The great general. He’s standing in his chariot. And all the chariots are readied for war. And across the valley, he sees his opponents. And there he sees not just uncles and aunts and cousins, he sees gurus, he sees teachers that have taught him; and you know how the Indians revere that relationship. He sees them.

And Krishna, one of the expressions of the deity, says to him, ‘You’ll never untangle the circumstances that brought you to this moment. You’re a warrior.

Arise now, mighty warrior.

With the full understanding, that they’ve already been killed, and so have you. This is just a play. This is my will. You’re caught up in the circumstances that I determine for you. That you did not determine for yourself.

So, arise, you’re a noble warrior.

Embrace your destiny, your fate, and stand up and do your duty.’

Traduzione : 

Leonard Cohen, il famoso cantautore, commenta un passo di questo famoso testo sacro induista dicendo:

C’è uno stupendo momento nel Bhagavad Gita Arjuna. Il Generale. Il grande Generale. E’ in piedi sulla sua biga. E tutte le bighe sono pronte per la guerra. Attraverso la vallata vede i suoi nemici. E non vede solo zii e zie e cugini , lì vede i guru, i suoi insegnanti; e sapete bene come gli Indiani riveriscano questa relazione. Lui li vede.

E Krishna, una delle espressioni della divinità, gli parla dicendo :Tu non ti libererai mai (SCIOGLIERAI) dalle circostanze che ti hanno condotto a questo momento. Tu sei un guerriero.

Alzati adesso, potente guerriero

Con la piena comprensione che loro sono già stati uccisi, e che lo stesso è capitato a te. Questo è soltanto un gioco. Questa è la mia volontà.Tu sei stato catturato dalle circostanze che io determino per te. Che tu non hai deciso per te stesso.

Quindi alzati, sei un nobile guerriero.

Abbraccia il tuo destino,la tua sorte, alzati e fai il tuo dovere.

Questo momento l’ho vissuto anch’io.

Dedicato alla mia famiglia e a tutti quelli capaci di alzarsi e restare con la schiena dritta.  A Ravenna purtroppo pochissimi.

 

Una risposta a “Bhagavad Gita Arjuna- Commento di Leonard Cohen”

  1. Mi è stato chiesto ti tradurre questo post, lo faccio subito e volentieri.

    Leonard Cohen, il famoso cantautore, commenta un passo di questo famoso testo sacro induista dicendo:

    C’è uno stupendo momento nel Bhagavad Gita Arjuna. Il Generale. Il grande Generale. E’ in piedi sulla sua biga. E tutte le bighe sono pronte per la guerra. Attraverso la vallata vede i suoi nemici. E non vede solo zii e zie e cugini , lì vede i guru, i suoi insegnanti; e sapete bene come gli Indiani riveriscano questa relazione. Lui li vede.

    E Krishna, una delle espressioni della divinità, gli parla dicendo :Tu non ti libererai mai (SCIOGLIERAI) dalle circostanze che ti hanno condotto a questo momento. Tu sei un guerriero.

    Alzati adesso, potente guerriero

    Con la piena comprensione che loro sono già stati uccisi, e che lo stesso è capitato a te. Questo è soltanto un gioco. Questa è la mia volontà.Tu sei stato catturato dalle circostanze che io determino per te. Che tu non hai deciso per te stesso.

    Quindi alzati, sei un nobile guerriero.

    Abbraccia il tuo destino,la tua sorte, alzati e fai il tuo dovere.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.